I migliori Power Bank del 2019: 15 Power Bank eccezionali a confronto

Questi sono i migliori caricabatterie portatili per ricaricare i tuoi dispositivi

Benvenuto nella nostra guida ai migliori power bank al momento in commercio. I power bank (chiamati anche “caricabatterie portatili”) sono gadget essenziali per chi viaggia molto, perché possono ricaricare i dispositivi mobili quando non si ha a disposizione una presa di corrente. Con un buon powerbank avrai la garanzia di non doverti mai più preoccupare che il tuo computer portatile o il tuo smartphone si scarichi in un momento inopportuno.

In questa recensione dei migliori power bank abbiamo riunito insieme i migliori power bank che, oltre a essere sufficientemente sottili e leggeri da poter essere comodamente trasportati in giro, offrono energia a sufficienza per ricaricare le batterie di smartphone, tablet, laptop, fotocamere e persino console come la Nintendo Switch.

Nello scegliere un power bank, probabilmente il design e la capacità sono le due cose che prendi maggiormente in considerazione. Forse le domande che ti fai sono: Questo power bank sta comodamente in tasca? Sarà troppo pesante per portarlo in borsa? Quante volte è in grado di ricaricare il telefono? Ma oltre a queste domande, ci sono molti altri aspetti da considerare.

Design e capacità

Questi non sono aspetti da trascurare, perché probabilmente porterai con te il tuo power bank per la maggior parte del tempo. Sicuramente vorrai un power bank che abbia un aspetto bello, ma ci sono altre considerazioni da fare.

Le più importanti tra queste sono le dimensioni e il peso. Maggiore è la capacità del power bank, più è grande e pesante. Ovviamente ci sono modelli che sono stati ottimizzati per essere il più compatti possibile, ma in linea generale la regola è questa.

Pensa a quante volte vorresti poter ricaricare il telefono prima di dover ricaricare il power bank. I power bank più piccoli e portatili hanno una capacità di circa 3000 mAh, ma considerando che in genere hanno un’efficienza del 65% circa, questa capacità potrebbe non essere sufficiente a ricaricare il telefono neanche una volta.

Secondo la nostra esperienza, i power bank da 6.000 o 7.000 mAh sono un compromesso ideale tra portabilità e potenziale di ricarica: sono piccoli e leggeri abbastanza da stare in tasca e consento di ricaricare il telefono 2-3 volte. Potresti anche riuscire a trovare un modello da 10.000 mAh particolarmente compatto.

Se starai molto fuori casa, sono disponibili modelli con capacità più elevate, e ti consigliamo di guardare ai modelli da 15.000 mAh e oltre, che però sono pesanti e non molto pratici da portare in tasca. Ricorda, inoltre, che la maggior parte delle compagnie aeree vieta espressamente di portare a bordo dell’aereo batterie di capacità superiore a 27.000 mAh (100 Wh), salvo previa autorizzazione.

Una caratteristica piuttosto ricercata dei power bank è uno schermo LCD con l’indicazione esatta della carica rimanente. Alcuni modelli hanno un sistema a quattro LED in alternativa, che però sui power bank di capacità elevata può essere fuorviante. Altre caratteristiche che potrebbero interessarti sono l’impermeabilità e la robustezza, un pannello solare per ricaricare il power bank anche fuori casa, torce a LED e cordini integrati. In commercio esistono anche power bank che supportano la ricarica wireless. Naturalmente, più funzioni ha un power bank, più aumenta il costo!

Porte e prestazioni

Prendi in considerazione non solo il tipo di connettori (Micro-USB, USB-C, Lightning ed eventuali adattatori CA), ma anche il numero di questi connettori. Quanti dispositivi hai bisogno di caricare contemporaneamente?

Se il tuo telefono supporta la Ricarica veloce (Quick Charge), cerca un power bank che supporti anche questo standard. Come regola generale, un’uscita da 5 W (5 V, 1 A) è lenta, 10 W (5 V, 2 A) è veloce e qualsiasi valore superiore a questo è eccellente.

Tieni pure presente che alcuni dispositivi, come i computer portatili, richiedono caricabatterie più potenti denominati USB PD (Power Delivery) in grado di erogare fino a 100 W.

Ricorda che, oltre che la velocità con cui il power bank ricarica i dispositivi, è importante la velocità cui si ricarica il power bank stesso: la maggior parte dei powerbank vengono venduti senza caricabatterie, quindi se vuoi sfruttare al massimo la capacità di ricarica rapida di un power bank, assicurati di usare un caricabatterie idoneo.

Ricarica “passthrough”

Ricorda che prima o poi il tuo powerbank si scaricherà, e quando ciò accadrà dovrai ricaricarlo assieme al dispositivo che in precedenza stavi ricaricando con esso. I migliori power bank supportano la ricarica passthrough, il che significa che possono essere ricaricati contemporaneamente a qualsiasi dispositivo collegato alle loro uscite.

Esistono numerosi modelli di power bank convenienti sul mercato per mantenere i tuoi dispositivi carichi. Continua a leggere questo articolo e scopri i migliori power bank disponibili al momento sul mercato. 

Zendure A3PD

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

L’A3PD offre le stesse straordinarie caratteristiche del suo predecessore, l’A2, con in più una porta USB-C Power Delivery da 18 W (per la ricarica rapida in appena 3 ore e mezza), una maggiore capacità da 10.000 mAh in un formato altrettanto portatile e un nuovo colore, il rosso, in aggiunta agli altri due in cui è disponibile, ovvero nero e argento.

Alcune delle caratteristiche che rendono le banche di potere di Zendure davvero spiccano in questo mercato affollato includono il loro supporto per funzionalità di fascia alta come la ricarica passthrough (la possibilità di caricare il telefono e la banca nello stesso momento), di lunga data standby (fino al 95% della carica rimarrà dopo sei mesi in standby), oltre a un’incredibile efficienza, promettendo fino al 80% della potenza disponibile per la ricarica dei dispositivi collegati.

L’A3PD ha un bell’aspetto ma, soprattutto, ha un involucro antiurto che sembra davvero resistente. Zendure realizza sempre dei power bank belli da vedere, e la nuova colorazione rossa ha portato una ventata d’aria fresca in mezzo alle centinaia di powerbank disponibili sempre nei soliti colori argento e nero.

Questo particolare modello di Zendure ha tre da un lato, con un ingresso, un’uscita e una che fa entrambe le cose. Entrambi gli ingressi Micro-USB e USB-C hanno una potenza nominale di 18 W, mentre l’uscita USB a grandezza normale è una porta Quick Charge 3 che riesce a fornire fino a 18 W.

Sul lato superiore ci sono quattro LED che mostrano quanta energia rimane, e con una capacità di 10.000 mA ciascuno corrisponde a circa 2.500 mAh (2.000 mAh in termini reali, perché poi un po’ di energia viene persa durante la ricarica). Nonostante tutta questa potenza, misura solo 98 x 64 x 25 mm e pesa solo 195 g.

Inoltre nella confezione troverai un robusto cavo USB con un connettore sdoppiato per utilizzare sia la Micro-USB che la USB-C. Zendure non fornisce più una custodia per il trasporto, come faceva in passato, ma siamo convinti che questo power bank è abbastanza robusto da non averne davvero bisogno.

Xiaomi Mi Power Bank Pro 10.000 mAh

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Ora che i power bank di Xiaomi sono ufficialmente disponibili in Italia, non c’è niente di meglio in termini di rapporto qualità prezzo, design e prestazioni.

Se riesci a trovarla, ti consigliamo la versione Pro (USB-C) di questo power bank, che ha un design super sottile da 12,58 mm e ha un rivestimento in alluminio di qualità superiore con una finitura opaca colo oro rosa o grigio spaziale resistente ma dall’aspetto bellissimo. Entra benissimo in tasca e ha i bordi arrotondati, il che lo rende piacevole anche da tenere in mano.

È in grado di fornire circa 7.100 mAh ai tuoi dispositivi, quindi riuscirà a ricaricare in modo completo il tuo telefono 2-3 volte a una potenza incredibile: 18 W in entrata e in uscita, con ricarica pass-through.

Se non riesci a trovare questa versione, non temere: il Mi Power Bank 2 è una versione Micro-USB dello stesso power bank, ed è facilmente reperibile.

Sembra quasi identico, avendo la stessa elegante rifinitura in alluminio. È leggermente più spesso, 14,1 mm, e anch’esso ha un’uscita da 18 W. L’ingresso, però, è di 15 W e l’uscita effettiva è di 6.900 mAh.

Tutti e tre supportano una modalità di ricarica ridotta adatta ai fitness tracker e altri dispositivi a bassa potenza. Basta premere due volte il pulsante di accensione per attivarlo.

Duracell Powerbank 3350, 6700, 10050 mAh

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Nel corso della nostra infanzia, quante volte ci sono capitate tra le mani le batterie Duracell? Probabilmente tantissime volte. Le iconiche batterie dai colori nero e rame… quanta nostalgia! Questo power bank è un delizioso ritorno ai bei giorni passati: ha una divertente forma che ricorda vagamente una vecchia batteria Duracell.

Considerando che i bambini di oggi sono probabilmente più attratti dagli iPad che dalle automobiline radiocomandate, questo sembra un modo ideale per Duracell di portare il suo marchio un po’ più nel futuro.

Questo powerbank ha un aspetto affascinante, anche se l’involucro in plastica ha una qualità un po’ meno premium rispetto ad altri power bank in ​​questo elenco. Tuttavia, sembra robusto e sul lato ha dei LED piuttosto luminosi che indicano l’energia rimasta.

L’idea migliore che ha avuto Duracell con questi power bank è stata quella di crearli in tre versioni, per assecondare le esigenze di ognuno: c’è la versione da 3.350 mAh, quella 6.700 mAh e infine quella da 10.050 mAh. La prima ti permetterà di ricaricare il tuo telefono 1-2 volte, mentre l’ultima fino a 5 volte.

Duracell ha inserito un ingresso/uscita da 2,4 A in questo power bank, quindi dovrebbe ricaricarsi abbastanza rapidamente, ma se sei abituato alla ricarica rapida della maggior parte dei telefoni moderni, ti sembrerà comunque un po’ lento. Comunque, meglio di niente! Un altro fatto interessante dell’offerta Duracell è anche che il power bank più capiente pesa solo 203 grammi, quindi considerevolmente più leggero rispetto ad altri power bank della medesima capacità.

Zendure A2

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Lo Zendure A2 non ha tutte le caratteristiche che desidereremmo da un powerbank, eppure è uno dei nostri preferiti. Come mai?

Molto semplicemente perché non esiste un altro power bank che unisce insieme prezzo basso, portabilità, capacità, prestazioni e design come questo.

È realizzato in un materiale composito PC/ABS indeformabile, praticamente indistruttibile, con uno stampaggio a doppia iniezione e una cintura centrale che assorbe gli urti, con quattro LED che ne indicano la capacità residua. Ci sono video in cui Zendure mostra delle automobili passare sopra questi power bank senza recare il minimo danno.

Zendure sta aggiornando molti dei suoi modelli introducendo il supporto USB-C e Quick Charge, ma anche senza queste caratteristiche, questi vecchi modelli hanno molto da offrire ancora. Due caratteristiche di spicco sono l’efficienza di gran lunga superiore allo standard di settore (cioè l’80%) e una durata in stand-by incredibilmente lunga: dopo sei mesi questo power bank conterrà ancora la stessa quantità di energia.

L’A2 è incredibilmente compatto e tascabile; pesa 137 g e misura 93 x 48 x 23 mm. Anche qui Zendure ha fatto un ottimo lavoro, con una capacità dichiarata di 6.700 mAh. Grazie all’elevata efficienza, la capacità effettiva è pari a circa 5.360 mAh, che dovrebbe essere sufficiente per almeno due cariche complete prima di dover ricaricare il power bank.

Sebbene abbia solo un’uscita USB, ha una potenza nominale di 10,5 W, che offre una ricarica rapida per tutti i dispositivi. È presente la ricarica pass-through, che permette di ricaricarlo contemporaneamente assieme a un telefono da una singola presa di corrente. Ricaricandolo usando il suo ingresso da 7,5 W, si ricarica in sole quattro ore tramite Micro-USB. 

Tronsmart Trim 10.000 mAh Power Bank

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Il Tronsmart Trim è un interessante power bank. Arriva con quello che sembra essere un cordino ma che in realtà è un cavo con da un lato una Micro-USB a dall’altro una USB-A, il che rende facile ricaricare il power bank ovunque tu sia.

Ciò che manca dalla confezione è un cavo USB-C, necessario se si desidera sfruttare la porta di alimentazione da 18 W. Questa porta funziona sia come ingresso che come uscita, e questo significa che ricaricare il power bank sarà molto più veloce tramite USB-C anziché tramite la classica Micro-USB da 10 W. È anche possibile caricare un dispositivo mentre si ricarica il power bank.

Vale la pena sottolineare che la porta USB (di dimensioni normali) è anche in grado di fornire 18 W ai dispositivi che supportano questa potenza, mentre VoltIQ garantisce la massima velocità di ricarica possibile per tutto ciò che viene collegato.

Puoi utilizzare entrambe le porte USB-A e USB-C contemporaneamente, ma l’uscita massima del dispositivo è di 18 W, quindi nessuna delle due funzionerà a piena velocità.

Il Trim Tronsmart ha un design davvero bello, rettangolare ma sottile; misura 144 x 70 x 12 mm e pesa solo 194 g. L’involucro nero ha una finitura opaca piacevole al tatto e per niente scivolosa, e i bordi hanno un rivestimento in metallo color oro rosa.

Questo power bank contiene 10.000 mAh di energia, il che equivale a circa 6.500 mAh di potenza utilizzabile.

Anker PowerCore Speed 10000 QC

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Il PowerCore Speed QC della Anker ha una capacità di 10.000 mAh (corrispondenti a circa 6.500 mAh effettivi) e contiene abbastanza energia da ricaricare rapidamente un telefono più volte, ma è abbastanza compatto da stare in tasca: insomma, è la combinazione perfetta. Anker afferma che è il 27 percento più piccolo rispetto ai power bank comparabili della concorrenza e pesa solo 198 g.

È un power bank in plastica nera dall’aspetto piuttosto semplice, ma è ben fatto ed è prodotto dalla Anker, un marchio ben noto nel mondo dei power bank. Ha un design minimale ed è venduto a un prezzo molto ragionevole.

Ci sono solo un singolo ingresso e una singola uscita, con quattro LED blu in alto per mostrare l’energia rimanente. Non è nulla di particolare, ma lo Speed PowerCore è funzionale e intuitivo.

Lo Speed 10000 QC è una versione aggiornata del PowerCore 10000. Ha un dentino di plastica blu all’interno dell’uscita USB di formato normale per indicare che ha delle prestazioni migliori. Supporta le tecnologie Quick Charge 3.0, Voltage Boost e PowerIQ che, combinate, assicurano che praticamente qualsiasi dispositivo connesso sia caricato nel più breve tempo possibile.

I telefoni sprovvisti della tecnologia Quick Charge vengono comunque ricaricati a 12 W, e anche l’ingresso è sufficientemente veloce da ricaricare il power bank da 10 W. Purtroppo manca il supporto per la ricarica passthrough, che sarebbe stata la ciliegina sulla torta.

Inoltre, una novità di questa versione è la custodia a rete che viene fornita in dotazione e che è utile per conservare insieme il power bank e i cavi necessari.

Anker PowerCore II 10000 Slim

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Il PowerCore II 10000 Slim è una variante del PowerCore Speed con un involucro più lungo, più sottile e rettangolare e dotato la nuova tecnologia PowerIQ 2.0 che consente di offrire una ricarica rapida da 18 W attraverso un singolo chipset.

Al pari del PowerCore Speed, ha un’efficienza di circa il 65%, quindi riesce a ricaricare la maggior parte dei telefoni Android due volte e gli iPhone tre volte.

Esiste anche una versione da 20.000 mAh, che costa un po’ di più, ma che stranamente ha un aspetto completamente diversa dalla versione Slim. Non contiene solo il doppio della capacità, ma ha il doppio del numero di LED che indicano la quantità di energia rimasta, e presenta un’uscita USB a piena grandezza in più.

Solo una di queste due uscite è una porta PowerIQ 2.0 da 18W, tuttavia, mentre la seconda uscita è una PowerIQ 1.0 da 12W, che è comunque veloce rispetto ai caricabatterie da 5 W che vengono solitamente forniti in dotazione con l’iPhone e altri smartphone.

Una cosa che ci piace di questo modello aggiornato è che sono state migliorate anche le prestazioni dell’ingresso, il che significa che potrai ricaricare la versione Slim in sole 4 ore.

Quindi, a livello di performance, lo Slim è migliore del PowerCore Speed, ma da un punto di vista del design il PowerCore Speed  è migliore dello Slim. La maggiore altezza extra di questo power bank lo fa sembrare più grande dell’altro modello, anche se in realtà è più sottile.

Iceworks 7000

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

L’Iceworks 7000 è molto simile al power bank Flux Charger descritto poco più sotto in questo articolo, ha un prezzo inferiore e una disponibilità maggiore, ma integra un solo un cavo.

L’Iceworks è un power bank rapido, con ingresso e uscita entrambi di 15W. Ha un’uscita di tipo USB-C, che oggi è lo standard per i nuovi telefoni Android, ma che purtroppo non è adatta agli iPhone e ai telefoni Android più vecchi dotati di connessione Micro-USB; in tal caso bisognerà usare un adattatore.

Questo powerbank si ricarica in circa quattro ore grazie alla sua entrata di tipo USB-C, ed è in grado di ricaricarsi anche mentre sta ricaricando un dispositivo connesso.

Forse la cosa più interessante è che l’ingresso USB-C è anche un’uscita, quindi è possibile ricaricare due dispositivi contemporaneamente se necessario.

Il design è bello, è spesso solo 9 mm, ma sembra piuttosto grande considerando che è un power bank da 7000 mAh (di cui 4.550 mAh effettivi). Misura 156 x 78mm, quindi è un po’ più grande di un comune smartphone, e questo lo rende meno confortevole quando riposto in una tasca.

Questo powerbank pesa circa 159 grammi, quindi sarà facile da portare in borsa. Ci piace anche il fatto che non è necessario portarsi dietro dei cavi in quanto il cavo è integrato. La custodia a rete che viene fornita insieme è un bel tocco di classe.

Anker PowerCore Lite 10000

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Questo modello Lite è un’altra variante da 10.000 mAh della serie Anker PowerCore. Ha una forma simile allo Slim, ma con una superficie superiore texturizzata che facilita la presa in mano e i bordi più arrotondati. Sul lato sono celati i quattro LED dell’indicazione della carica rimanente che è facile non notare a un primo sguardo.

Ha la stessa identica capacità utilizzabile, pari a circa 6.500 mAh, sufficiente per due o tre cariche del telefono, a seconda del modello.

La differenza di questo modello sono i suoi due ingressi: uno con Micro-USB e l’altro con USB-C (non è possibile utilizzarli entrambi contemporaneamente e non supporta ancora la ricarica pass-through), che rendono più facile ricaricare il power bank con qualsiasi cavo sia abbia a portata di mano (un cavo Micro-USB viene fornito nella confezione insieme a una custodia in tessuto per il trasporto). Entrambi gli ingressi sono da 10 W, quindi sono piuttosto veloci.

Questo modello non è PowerIQ 2.0 come la versione Slim, pertanto non ha la stessa velocità in uscita dal singolo chipset. L’uscita USB a pieno formato di questo power bank arriva a una potenza di 12 W: è molto veloce, ma non arriva alla velocità dello standard Quick Charge. 

Aukey 20.000 mAh USB-C Power Bank

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Questo powerbank da 20.000 mAh della Aukey è interessante per tre motivi: il prezzo, l’elevata capacità e il numero e la varietà di porte.

Ha tre uscite USB di dimensioni normali, oltre a una porta USB-C. Puoi usare questa porta USB-C anche per ricaricare il power bank in modo più veloce, oppure puoi ricaricarlo usando un ingresso Lightning o Micro-USB (quest’ultimo stranamente nascosto dietro l’angolo rispetto alle altre porte); in pratica funziona con qualunque cavo tu abbia a portata di mano! Nella confezione viene fornito anche un cavo USB-C.

Nonostante tutte queste porte, questo non è uno dei power bank più veloci in circolazione quando si tratta di ricaricare più dispositivi contemporaneamente. Sebbene l’USB-C possa erogare fino a 3 A (15 W), le restanti tre uscite condividono tra loro la medesima potenza. Quindi, se collegherai tre dispositivi, ciascuno caricherà con soli 5W. Ciò detto, tutte queste porte potrebbero rivelarsi molto convenienti se hai più dispositivi.

E se stai ricaricando più di un dispositivo, avrai bisogno di una capacità elevata. Con una capacità stimata di 20.000 mAh, sono circa 13.000 quelli che puoi aspettarti di avere disponibili per i tuoi dispositivi. Con questa capacità puoi ricaricare un iPhone sette volte o un normale smartphone Android quattro volte.

Una volta scarico, questo grande power bank impiegherà 10 ore per ricaricarsi, ma nel frattempo potrai comunque continuare a ricaricare i dispositivi collegati.

Il compromesso per tutta questa potenza sono le dimensioni, infatti questo power bank Aukey è enorme, molto più grande di un normale telefono: misura 20 cm di lunghezza e 9,6 cm di larghezza. Per fortuna, almeno è spesso solo 1,4 cm! Pesa anche tanto (435 grammi) e ha un aspetto piuttosto ingombrante.

Il design è piuttosto semplice: una lastra di plastica nera opaca circondata da un “paraurti” di plastica lucida. Sul davanti è stampato il logo di Aukey, e sul lato sono visibili quattro piccoli LED per mostrare l’energia rimanente.

Moshi IonSlim 5K

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Il Moshi IonSlim 5K ha una capacità di 5.150 mAh, ed è disponibile anche il modello 10K che offre il doppio della capacità sacrificando però le dimensioni.

Ciò che paghi tanto qui è il design. Ha un rivestimento in alluminio IonSlim con un incredibile spessore di 8,5 mm, il che lo rende a malapena più spesso dell’uscita USB che si trova sul lato.

C’è anche una porta USB-C, che funge sia da entrata che da uscita. Riesce ad assorbire 15 W, quindi ricaricare questo power bank non richiederà molto più tempo rispetto a ricaricare il telefono, ma saremmo stati più contenti se ci fosse stato anche il supporto per la ricarica passthrough.

Le altre caratteristiche sono piuttosto basiche. Inoltre, questo è uno dei pochi power bank che non supporta l’accensione automatica, pertanto, dopo aver collegato il dispositivo da ricaricare, bisogna premere il pulsante di accensione per accendere il power bank.

Zendure A8PD

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

Ciò che distingue questo power bank dagli altri è il supporto allo standard USB Power Delivery. I dispositivi Power Delivery possono erogare fino a 100 W, il che significa che sono tecnicamente in grado di alimentare un computer portatile (laptop) o una console di gioco tramite USB-C.

I power bank Power Delivery possono essere fonte di confusione, comunque, poiché non tutti i produttori chiariscono l’effettiva potenza, per cui alcuni power bank sono lontani dalla magica soglia dei 100 W. Un aspetto molto importante è questo: una powerbank da 29 W non riuscirà mai a ricaricare un computer portatile che richiede 45 W di potenza!

Non sorprende che i power bank compatibili con lo standard Power Delivery costino di più dei normali power bank, ed è proprio per questo che i power bank Zendure costano di più. La maggior parte degli utenti non avrà bisogno di acquistare un power bank del genere, ma chi sceglie di acquistarlo farà sicuramente un acquisto eccellente.

L’A6PD è un powerbank da 20.100 mAh con un’uscita da 45 W. In alternativa, c’è anche l’A8PD, che ha una capacità di 26.800 mAh, ma una potenza di uscita di 40 W, quindi leggermente inferiore. 

Oltre alla capacità, i due power bank differiscono anche per il numero di uscite che offrono. Mentre l’A6PD offre una singola uscita USB di dimensioni normali, un ingresso/uscita USB-C e un ingresso Micro-USB, sull’A8PD manca la Micro-USB, che lascia spazio ad altre tre porte USB di dimensioni normali. È in grado di ricaricarsi in sole cinque ore utilizzando un caricabatterie Power Delivery USB da 30 W.

Per il resto, i due power bank Zendure offrono tutto ciò che potremmo aspettarci da questo marchio, tra cui un corpo antiurto, la ricarica passthrough e una valutazione di efficienza e standby superiore rispetto al normale.

RavPower PowerStation 20.100 mAh

Vai al PREZZO PIÙ BASSO su Amazon

La maggior parte degli utenti troverà eccessivo e forse fuori budget questo RavPower PowerStation, tuttavia noi lo riportiamo per completezza.

Questo power bank ha una presa di corrente italiana a due poli con una potenza nominale di 65 W. Oltre alla presa, c’è un jack DC da 19 V/1,6 A per ricariche rapidissime. Nonostante la sua enorme capacità, è possibile ricaricare questo power bank in sole quattro ore, quando un power bank della medesima capacità ne impiegherebbe 13 tramite un normale ingresso Micro-USB.

Con i suoi 69 x 69 x 146 mm, questo powerbank ovviamente non entra in tasca, ma ha una custodia rigida e tutti gli accessori necessari (inclusi alcuni moschettoni). Inoltre, ha abbastanza capacità per ricaricare un iPhone sette volte e la maggior parte dei telefoni Android quattro o cinque volte.

Non dovrai portare con te il caricabatterie del tuo telefono per ricaricarlo con questo power bank, infatti su questo RavPower c’è anche un’uscita USB-C da 15 W e un’uscita USB da 12 W ‘iSmart’. Entrambe queste porte sono piuttosto rapide.

Il RavPower PowerStation ha un design pluripremiato. La finitura gommosa soft-touch è bellissima, e gli angoli arrotondati lo fanno sembrare meno ingombrante e meno soggetto a danni. Il corpo è circondato da una striscia di plastica a LED che spezza il nero. Le piccole aperture superiori e inferiori aiutano a dissipare il calore. 

Add Comment